Le comunicazioni oro-sinusali
CENTRO ODONTOIATRICO SALDENT SRL -  DOTT. BRUNO SALERNO - "CURARE CON AMORE E COMPETENZA"
RSS

Articoli recenti

Le paradentiti apicali acute e croniche
Implantologia a carico immediato e/o ritardato
La disodontiasi del 3° molare
Le emergenze mediche nello studio odontoiatrico
Le comunicazioni oro-sinusali

Categorie

Anestesia e rianimazione
Anestesia: sedazione cosciente
Chirurgia orale
clinica odontostomatologica
Implantologia
powered by

Il mio blog

Le comunicazioni oro-sinusali

Nell'attività odontoiatrica,durante la esecuzione di interventi chirurgico-implantologici,spesso assistiamo al verificarsi di eventi spiacevoli,ma frequenti ,quali le comunicazioni oro-sinusali.
Per comunicazione oro-sinusale si intende un incidente iatrogeno determinato da una non corretta valutazione chirurgica per lo piu' legata all'inserimento di impianti od a interventi di chirurgia avanzata(rialzo del seno mascellare,cistectomie,apicectomie ecc ecc) che portano al verificarsi di una comunicazione patologica tra due entità: la cavità orale ed il seno mascellare(antro di Higmoro),e percio' definite tecnicamente anche con il nome di comunicazioni oro-antrali.Il verificarsi di questo evento porta inevitabilmente alla comparsa di una sinusite post-traumatica con rinorrea(sangue dal naso) e fuoriuscita di essudato purulento e/o emorragico attraverso le cavità nasali e dalla cavità orale.Queste comunicazioni si accompagnano a inserimento iatrogeno delle fixtures(impianti) nel seno,di cui si rende necessaria l'asportazione attraverso uno strumento che è il craniofaringoscopio.La lesione piu' grave e drammatica è la lacerazione della membrana mucoperiostea denominata membrana di Schneider e della mucosa antrale del seno mascellare.Al paziente compaiono forti cefalee con dolore localizzato all'emifaccia interessata,e,come si è detto si assiste alla fuoriuscita di materiale mucoso e purulento che drena e dalla comunicazione attraverso la cavità orale e dalle coane nasali,quale prodotto di una sinusite determinata dal trauma e percio' definita post-traumatica.
La terapia è chirurgica,con riparazione della membrana di Schneider e l'inserimento di una doccia composta da materiale biocompatibile e riassorbibile(collagene,osso sintetico ecc ecc)per chiudere la comunicazione,inserita dal versante orale attraverso un vero e proprio lembo mucoperiosteo.Il paziente viene lasciato con punti di sutura e la doccia con all'interno il materiale riassorbibile tutto il tempo necessario alla guarigione,che avviene nell'arco di 30 giorni(un mese),tempo medio di osteo.rigenerazione della ferita.
Questo incidente puo' esser evitato previa ed accurata valutazione chirurgica attraverso  una ortopantomografia ed una Tac ossea che rilevi la scarsa o assente presenza di un tavolato osseo necessario e/o sufficiente all'esecuzione dell'intervento chirurgico precedentemente programmato e pianificato
Si associa all'intervento riparativo adeguata terapia antibiotica con aminoglicosidi ed antiinfiammatori per ridurre l'edema della complicanza sinusitica.
 

Dott. Bruno Salerno-Odontoiatra-Chirurgo Orale-